Germania

Berlino tra storia e street art

Sono dell’opinione che Berlino o ti colpisce subito oppure non è la città che fa per te.

E’ famosa per essere una città fredda, non solo per il clima ma anche per ciò che trasmette. Ma, oggettivamente parlando, è la storia fatta in persona, e per gli appassionati di storia sicuramente è un bel vedere.

Ho visitato Berlino a gennaio, e nonostante il gelo sono riuscita a vederla tutta in 3 giorni, grazie anche alla vicinanza dell’aeroporto al centro della città.

IMG_5465
IMG_5505
IMG_5516

Prima di partire per un viaggio, mi faccio sempre prendere dall’entusiasmo e creo delle mini presentazioni sulla città che andrò a visitare, in modo tale da essere preparata su ciò che vedrò una volta lì e soprattutto per ottimizzare i tempi e godermi a pieno la città. Devo ammettere che l’itinerario che avevo fatto per Berlino era super preciso, e per la felicità del mio ragazzo abbiamo fatto tanti km a piedi, rispettandolo fino alla fine!


Cosa vedere

La nostra prima tappa è stata Potsdamer Platz , un’importante piazza che simboleggia la “nuova Berlino”, caratterizzata da tre grattacieli e da uno dei più grandi centri commerciali della città.

Potsdamer_Platz_2

Se volete provare cibo internazionale, in questo centro commerciale siete nel posto giusto! Sushi, cinese, fast food, vietnamita, hawaiano, finto italiano e ovviamente specialità tedesche.

IMG_5455

Da Potsdamer Platz si può raggiungere facilmente a piedi (in meno di 10 minuti) il Memoriale degli ebrei per l’assassinio d’Europa, il famoso labirinto. Qui si trova, a mio avviso, uno dei musei più toccanti di tutto il mondo. Lo stesso labirinto formato da blocchi di cemento di varie dimensioni, trasmette angoscia e tristezza.

IMG_5461
IMG_5464

Quando vi siete depressi abbastanza, sempre a piedi in pochi minuti, potete andare a visitare il simbolo di Berlino: la Porta di Brandeburgo. Uno dei monumenti più storici della città, insieme al celebre muro, dove proprio quest’ultimo venne eretto.

Arrivati qui, siamo nel cuore del centro della città, e le cose da vedere non son poche.  In particolare, da non perdere è il Palazzo del Reichstag (il parlamento), maestosamente enorme ed elegante.

IMG_5491
878684133-piazza-della-repubblica-bundestag-cupola-del-reichstag-norman-foster

Il secondo giorno abbiamo iniziato il nostro itinerario, con ciò che più di questa città  mi è piaciuto: Il muro di Berlino. L’East side Gallery è il maggior tracciato rimasto in posizione originale del muro di Berlino, e rappresenta un memoriale internazionale alla libertà. Per i suoi colori, per le frasi toccanti, e con il ricordo di ciò che realmente rappresenta quel muro, non potete che restare estasiati, colpiti e come è successo a me impressionati.

IMG_5541
IMG_5547
e92fb683151b286d0c8ace43bb312974-east-side-gallery
Dn1msi9XUAElRvv
berlino_east_side_gallery_02_murales_jpg_640_336_cover_70
7-Jasmine-Nouravi-East-Side-Gallery-Environmental-Art-Berlin-BUSA-Dresden-Fall-15-
e92fb683151b286d0c8ace43bb312974-east-side-gallery
east-side-gallery

Passeggiando lungo il muro le emozioni che si provano sono tante.. sicuramente nulla di bello, nulla che trasmette felicità, direi che è quasi impossibile. Pensare che fino a 29 anni fa, questo posto che oggi è una delle principali attrazioni per i turisti, divideva realmente la città in due parti.. gente che rischiava la vita pur di passare dall’altra parte del muro e gente che provandoci l’ha persa realmente.

Fortunatamente le cose son cambiate, ma credetemi camminare lungo l’East Side Gallery, osservando e analizzando ogni singolo graffito, ti porta a 30 anni fa e ti fa provare a pensare come potesse essere vivere in quegli anni.


Berlino, come tutte le città nordiche europee, è ben collegata con i mezzi sia di superficie che metropolitana. Anzi, la metro è molto vintage, caratterizzata da comodi divanetti al posto dei sedili, e con una pulizia perfetta.

Dopo il muro, il nostro itinerario prevedeva per la mia felicità il centro dello shopping!! Alexander Platz, una famosa piazza di Berlino, nel quartiere Mitte. È un importante centro commerciale, nodo viabilistico e di trasporti, ed è storicamente considerata il centro della parte orientale della città.

berlin_alexanderplatz

La torre alta sulla sinistra è la TV Tower, nella quale si può ammirare una vista fantastica della città. Mentre il resto della piazza è circondata da tanti negozi, motivo per cui è considerata il centro commerciale di Berlino.

Oltrepassando questa piazza, si giunge ad un’altro pezzo storico di Berlino. Oltre all’East Side Gallery, il monumento che più mi è rimasto impresso è stata la Cattedrale. Oltre che per la sua grandezza, ti conquista per le cupole di color verde e per la cura dei dettagli. Bella sia di giorno che di notte.

IMG_5675
IMG_5597
IMG_5557

E per finire, non resta che vedere Gendarmenmarkt, un’altra piazza del centro di Berlino, sulla quale si affacciano le chiese gemelle del Deutscher Dom e Französischer Dom

IMG_5598
berlino_gendarmenmarkt_01_presentazione_jpg_1200_630_cover_85

Dove dormire

L’hotel in cui abbiamo alloggiato noi, Lutzow Hotel, ve lo consiglio. Strategico in quanto dista dall’aeroporto solo 25 minuti, molto accogliente e con un personale gentile. Le distanze per raggiungere il centro non sono grandi, noi il primo giorno abbiamo fatto tutto a piedi, ma questo perché sono fissata io con voler vedere più cose possibili e credo che l’unico modo per farlo e passeggiare e godersi la città nei suoi minimi dettagli. Ma Berlino è una città molto ben collegata, quindi anche chi non ama camminare può visitarla senza problemi.


Devo ammettere che Berlino non mi ha fatto impazzire, oggettivamente è una bella città e piena di cose da visitare, anche perché come è scritto nel titolo di questo articolo, è la storia fatta in persona. Ma sarà che io sono amante dei paesi dove c’è sempre il sole, più calorosi, e dove anche solo la gente ti trasmette allegria e spensieratezza.. e Berlino purtroppo non mi ha fatto questo effetto, è fredda e decisamente non adatta a me.

Ma senz’altro è da visitare!


Voto per la città: 6,50/10

12 commenti

  • Valeria

    Sono stata recentemente a Berlino, per la prima volta. Mi è piaciuta e presto ne parlerò nel blog, ma non mi ha conquistata come Londra o Parigi. Più che altro mi ha scioccata trovare cantieri aperti ovunque: stanno ristrutturando/costruendo un sacco di edifici, ci tornerei tra qualche anno per vedere come sarà e per visitare tutti i musei!

    • Anonimo

      Si secondo me Berlino ti deve colpire subito altrimenti è difficile! Però anche io dai ci tornerò tra qualche anno magari mi ricredo 🙂

  • Paola

    Anche io non amo il freddo però Berlino mi ispira sempre di più. Tempo fa non l’avrei assolutamente considerata, ma a forza di leggere i racconti di viaggio sui blog che seguo ora mi interessa moltissimo. Magari d’estate però!

  • francesca

    Adoro Berlino, è una città in cui vivere è facilissimo e apprezzo molto quell’aprire la sua storia al giudizio altrui. Ci sono posti che fanno venire i brividi, ma invece di vergognarsene, ci aprono un museo, per far conoscere la verità a tutti.

  • Lucy

    Pensa che i massimi momenti di allegria e spensieratezza di tutta la mia vita li ho vissuti proprio a Berlino. Tu dici che “Berlino o ti colpisce subito oppure non è la città che fa per te”, per me invece è stato un amore lento e graduale. Ora a volte sto male per quanto mi manca.

  • ANTONELLA MAIOCCHI

    Sono stata a Berlino velocemente e per lavoro ma ma mi ha lasciato una voglia terribile di tornarci. Oltre alla storia di cui è pregna, come dici tu, mi piace quel suo slancio moderno proprio per andare oltre quella storia ingombrante. Bellissime le foto del muro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *