Stati Uniti

Boston e the Harvard dream

Durante la mia permanenza negli Stati uniti ho avuto il piacere di trascorrere un weekend nella piccola e deliziosa città di Boston.

La cosa bella dell’America è che puoi raggiungere città non tanto lontane a pochi dollari, con varie compagnie di bus low cost. Da New York City sono circa 4 ore, e se non ricordo male ho speso solamente 36$ A/R.

Al contrario di quanto pensavo, Boston non è una grande metropoli, anzi io l’ho trovata a misura d’uomo, ben vivibile e con richiami europei. E’ la città perfetta per chi non ama il caos, i luoghi continuamente affollati e al tempo stesso desidera vivere vicino al mare.

Ho visitato Boston a metà novembre, forse il weekend più freddo di quel mese, ovviamente sono sempre fortunata in queste cose! Quello che posso consigliarvi è di visitarla in primavera/estate, perché credetemi d’inverno ci vuole coraggio.. io l’ho visitata con meno 11° gradi. Senz’altro è stata un’esperienza fantastica, ma sicuramente risparmierete soldi da Starbucks per i mocaccini bollenti “riscalda-mani”!!

Mi ha sorpreso per i numerosi parchi e la pulizia impeccabile delle strade, non a caso infatti facendo una ricerca sul Massachusetts ho scoperto che Boston oggi è una delle città più green d’America. Senz’altro non potete perdervi il Boston Public Garden:

img_1347
img_1349
img_1357
img_1363
img_1370
img_1372

Il centro della città ricorda molto l’Europa, con i suoi vicoli di ciottoli con case di mattoni rossi che sanno molto di Inghilterra.

Come gran parte delle grandi città americane, anche Boston è caratterizzata da grattacieli, in particolare situati nella downtown, ma la maggior parte degli edifici sono storici. Le case più belle si trovano a Beacon Hill Street, una via stretta e in salita nel cuore della città.

img_1396
beacon_hill_cian_howard_wikimedia_commons

Un altro posto da visitare è la Faneuil Hall, nella quale potrete trovare i  famosi mercatini presenti durante tutto l’anno. Nei quattro edifici che costituiscono il mercato, si può passeggiare, fare shopping dai carretti ambulanti e dalle bancarelle o mangiare in uno dei tanti ristoranti e apprezzare gli artisti di strada che affollano l’area pedonale.

img_1483
img_1488

Il lungomare di Boston si trova a pochi passi dalla Faneuil Hall, ed ha un bellissimo porto dove i bostonians attraccano le loro barche a vela, e se siete fortunati avrete modo di vedere gli appassionati esercitarsi con le proprie barchette!

img_1418
img_1435
img_1454

Boston è una città universitaria, piena di giovani e molte cose da fare. Simbolo della città è l’aragosta, che io sfortunatamente non ho potuto assaggiare, ma se ne avete l’occasione vi consiglio di farlo!

Grazie ai trasporti pubblici ben organizzati, è possibile visitare l’intera città in pochi giorni, a differenza delle altre big city americane. Una delle cose che mi ha stupito di più della metro di Boston è che non è sotterranea, come la maggior parte delle underground nel mondo, ma bensì viaggia in superficie, proprio come un piccolo treno che ti permette di continuare a osservare la città..

Per chi ama il mare, sicuramente si troverà in sintonia con Boston, che regala meravigliose viste sul mare accompagnate da magiche views della city.. Durante l’ora del tramonto poi, diventa tutto ancora più romantico..

img_1604
img_1623
img_1625
img_1664

Ultima tappa del mio viaggetto in questa gradevole città è stata l’immancabile Università di Harvard.

Quanti di voi hanno visto la serie tv Suits? Beh per chi, come la sottoscritta, è malata di questa serie tv di certo non può perdersi il tour nella famosissima e prestigiosissima Harvard University!! Meravigliosa e grande come immaginavo, Harvard apre i suoi cancelli per i turisti che vogliono immergersi e far finta, anche solo per pochi minuti, di essere uno studente modello e far parte di una delle confraternite dell’università!

img_1513
img_1525
img_1520
img_1539

Voto per la città: 8/10

10 commenti

  • Claudia

    New York la conosciamo tutti anche se non ci siamo mai stati ma Boston invece è diversa: è una di quelle città che non ti immagini finché non ci vai e dopo te ne innamori. Boston è stata una vera scoperta anche per me ed è una di quelle città americane in cui potrei anche vivere. p.s. Io il biglietto del MegaBus da New York a Boston l’ho pagato 1 dollaro!

  • Silvia The Food Traveler

    Io sono stata a Harvard per lavoro con il mio ex capo ma purtroppo il caro boss non mi ha dato nemmeno un’ora d’aria quindi non ho avuto occasione di vedere Boston. Non ti dico il nervoso, essere così vicino e non poterci andare!
    Però mi sono consolata con Harvard: il poco che ho visto mi è piaciuto molto. Ho visto l’università da fuori perché non c’è stato tempo per entrare, però è stato bello comunque, anche se non guardo Suits.

  • Elisa

    Non sono tantissime le città degli US che mi piacerebbe visitare, perché se un giorno ci andrò forse mi piacerebbe di più visitare i grandi parchi e immergermi nella natura, però Boston è una di quelle poche. Non so, sarà perché è più piccola delle altre, o forse perché la definiscono “molto europea”… ma mi dà l’idea che sia uno di quei posti in cui ci si sente un po’ a casa.

  • Eleonora

    Mi sono tornati alla mente dei ricordi bellissimi a leggere questo tuo post, perchè quando ero al liceo ho fatto uno scambio culturale e trascorso due settimane con una famiglia americana in un paesino vicino Boston. Inutile dirti che abbiamo visitato Boston in lungo e in largo, Harvard compresa (ho la stessa identica foto con la statua!), e che mi sono innamorata di questa città! Concordo con te che ha uno stile molto europeo, è diversa da altre grandi città americane, molto più a misura d’uomo. Ricordo infatti di aver sempre pensato che a Boston ci vivrei volentieri, mentre per esempio a New York (che pure da turista ho amato) mai e poi mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *